davvero exhibition

Federico Luger (FL GALLERY) è lieto di presentare "davvero", quarta mostra personale di Bruna Esposito, una delle più note e significative artiste italiane e unica italiana invitata alla Tredicesima Biennale Internazionale di Cuenca (Ecuador, 2016), a cura di Dan Cameron.
 
Il progetto presenta due nuclei di lavori, uno inedito e l'altro che riprende temi e materie cari all’artista. Le opere dialogano tra loro, creando una sorta di fenomeno. Occhi di pesce e scope di bambù in un allestimento paranoico e ironico, dove gli sguardi molteplici degli occhi di pesce si immergono in una boscaglia corallina di scope. Bruna Esposito ci sorprende “davvero”: tra stratificazioni di materiali, entriamo in un universo sommerso, enigmatico e muto.
Davvero? L'ho visto coi mie occhi...
 
È caratteristica del lavoro di Bruna Esposito l’utilizzo di materiali eterogenei, spesso legati al quotidiano e all'alchemico, che rielabora poeticamente coinvolgendo molti livelli percettivi.  Il suo pieno riconoscimento è stato il Leone d’Oro vinto con altre quattro artiste italiane con l’inesistente padiglione nazionale dAPERTutto, curato da Harald Szeemann alla Biennale di Venezia del 1999.
Un’artista di grande spessore e sensibilità, che ritorna la quarta volta con una personale alla FL Gallery di Federico Luger, sua galleria di riferimento.

 ----------

Federico Luger (FL GALLERY) is proud to present “davvero”, the fourth solo exhibition by Bruna Esposito, one of the best-known and most relevant Italian artists and the only female Italian artist invited to take part in the Thirteenth International Biennial of Cuenca (Ecuador, 2016), curated by Dan Cameron.

The project presents two sets of works, one new and the other drawing on topics and subject matters that the artist holds dear. The works interact with each other to create a kind of phenomenon. Fish eyes and bamboo brooms in a paranoid and ironic installation in which the multiple stirs in the eyes of the fish are immersed in a coral undergrowth of brooms. Bruna Esposito surprising "really" there: between layers of materials, we enter into an underwater universe, enigmatic and silent.
Truly?! I’ve seen it with my own eyes….

Bruna Esposito’s work stands out for the use of miscellaneous materials, often linked with everyday life and alchemy, poetically working on and involving many different levels of perception. Full recognition came in the form of a Golden Lion that she was jointly awarded together with four other female Italian artists for a non-existent national Pavilion entitled “dAPERTutto” curated by Harald Szeemann at the 1999 Venice Biennial. A great and sensitive artist, who is returning to Federico Luger’s FL Gallery (a favourite location of hers) for the fourth time with a solo show.